Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

28 MARZO 2018 – L’UNIVERSO AL FEMMINILE UNCI SEZIONE PROV.MILANO e LA CULTURA

28 Marzo 2018

LE DONNE U.N.C.I.  SEZIONE PROVINCIALE  MILANO   e  LIBERAMENTE CAFFE’ insieme nella cultura :  “ VAN GOGH ..tra il grano e il cielo “

MERCOLEDI’  28 Marzo 2018 ,  la Sezione Provinciale UNCI Milano  ha organizzato con la sua Responsabile Donne Rag. Tina Mastropietro e la collaborazione dell’Associazione Liberamente Caffè il  primo evento culturale deciso dal Consiglio Direttivo della Sezione : la pittura di  “ VAN GOGH…….tra il grano e il cielo “. L’evento si è svolto presso il Museo Officina Rancilio  in Parabiago ed è stato curato dal Prof. Letterio Gerli grande amico dell’Unci da qualche anno, laureato in storia dell’Arte Medioevale e Moderna e collabora in queste iniziative culturali pittoriche. La serata ha avuto inizio con la presentazione del tema culturale da parte della Presidente di Liberamente Caffè sig.ra Verri Giuliana e con i saluti del Presidente della Sezione Unci Cav.Lucio Tabini e della Responsabile Donne Unci Rag.Tina Mastropietro che hanno voluto ringraziare della bella ospitalità anche la famiglia Rancilio da sempre disponibile a questi eventi culturali nella loro prestigiosa sede Officina Rancilio 1926 che offre uno spazio culturale nato con lo scopo di far conoscere il patrimonio storico, la collezione e l’archivio della Rancilio Macchine per caffe’ di Parabiago. Il Prof. Gerli quindi ha dato inizio all’evento introducendo la vita del celebre pittore e artista Van Gogh.Tanto geniale quanto incompreso nella vita, Vincent van Gogh influenzò profondamente l’arte del XX secolo  ed era solito dire :  “Più divento dissipato, malato, vaso rotto, più io divento artista, creatore… con quanta minor fatica si sarebbe potuto vivere la vita, invece di fare dell’arte”.  Alla presenza di un nutrito numero di presenti e dei soci del Direttivo Cav. Salvatore D’Arezzo,  Cav. Angelo Mocchetti   il Prof. Gerli ha avviato il progetto espositivo dedicato al genio pittorico e all’intelligenza creativa introducendo ( e dandogli un esaustivo ) significato le più importanti opere dell’artista olandese nei vari periodi, dal parigino fino a quello  della tanta desiderata immersione nei colori del sud, fino alla conclusione della sua vita con i settanta giorni di Auvers -sur-Oise:  I MANGIATORI DI PATATE (1885 ) Si tratta del dipinto più importante del periodo olandese di Van Gogh, prima del suo trasferimento a Parigi. I GIRASOLI (1888-1889) Sono una serie di dipinti realizzati tra il 1888 e il 1889. Tra i soggetti preferiti dal pittore, sono oggi tra le sue opere più riconoscibili e note presso il grande pubblico. TERRAZZA DEL CAFFÉ LA SERA, Place du Forum, Arles – È un dipinto realizzato nel 1888, conservato nel Museo Kröller-Müller di Otterlo. LA CAMERA DI VINCENT AD ARLES – Realizzato nell’ottobre del 1888. AUTORITRATTO CON ORECCHIO BENDATO – Alla fine del 1888, la convivenza di Van Gogh e Gauguin finì in tragedia: il 23 dicembre, infatti, Vincent si tagliò l’orecchio destro con un rasoio e lo portò a una prostituta alla quale si era affezionato. NOTTE STELLATA – Sin dal suo arrivo ad Arles, nel 1888, la rappresentazione degli ‘effetti di notte’ diventa una preoccupazione costante per Van Gogh. Nel periodo di ricovero in manicomio l’artista realizza “Notte stellata”, opera che si coglie con immediatezza, apparentemente semplice, ma di natura molto complessa. RAMO DI MANDORLO IN FIORE – Dipinto a Saint Rémy nel 1890, la tela fu un regalo che lo stesso pittore fece al fratello Theo Van Gogh e alla moglie Johanna Bonger per la nascita del loro figlioletto, di nome Vincent Willem. Come simbolo di vita, Van Gogh scelse i rami del mandorlo, uno dei primi alberi in fiore che, nel soleggiato sud, in quel febbraio annunciava l’imminente primavera. L’opera fu sicuramente ispirata dalle stampe giapponesi, probabilmente la prima di una serie che Vincent non riuscì a terminare perché sconvolto da una crisi. Al termine della presentazione culturale il  Presidente della Sezione Cav. Lucio Tabini ha voluto elogiare l’impegno organizzativo  della compagine donne Unci che come sempre portano proposte e momenti di simpatica convivenza ed amicizia e con la Responsabile Donne ha consegnato al Prof. Gerli e alla sig. Verri Eugenia due tele pittore commemorative del nostro 20° Anniversario Fondazione Sezione Prov Unci Milano con l’intento di rivederci ancora  e poi  al tavolo con tutti i partecipanti  per un momento dolce pasquale.

LE FOTO DELL’EVENTO CULTURALE DEDICATO A VAN GOGH :

Dettagli

Data:
28 Marzo 2018